Moncler Lazare Piumini Piumini Uomo Short Khaki

Woolrich è una nota azienda di moda pronta, nata come piccolo lanificio fondato in Pennsylvania nel 1830, dai fratelli Rich. La svolta avviene nel 1845, quando la società si trasferisce a Woolrich e si trasforma in un’industria di abbigliamento.

Lo sviluppo commerciale continua negli anni ‘30 del 900, con una linea di capi per automobilisti e negli anni ‘50 con una linea di plaid. Gli anni ‘80-90 vedono il consolidamento del brand sul mercato, soprattutto grazie all’utilizzo di materiali innovativi come il Gorotex, il Riverwash o il Canvas, che permettono la produzione di capi sempre più all’avanguardia. Capo storico del brand è la giacca a vento Parka, che ha fatto conoscere il brand anche nel nostro paese, grazie alla distribuzione di W.P. Lavori in Corso.

La rurale Pennsylvania potrebbe non essere il primo luogo a cui si pensa quando si ha in progetto di costruire un impero dell'abbigliamento. Ma sono trascorsi 186 anni da quando il primo stabilimento Woolrich ha aperto e le cose sono decisamente cambiate. Se consideriamo l'aspro (e gelido) paesaggio in cui l'azienda originaria era ubicata, non è poi così sorprendente che si tratti del luogo in cui è nata la più vecchia compagnia d'abbigliamento d'America. In quell'ambiente avere a disposizione dei capi resistenti è una necessità.

Torniamo al 1830, ovvero l'inizio della favola di Woolrich. In quell'anno l'inglese John Rich immigrò in Pennsylvania, a Plum Run, dove fondò una piccola fabbrica di lana: oggi la conosciamo come Woolrich. Erano delle umili acque ad alimentare il mulino, permettendogli di dare vita al tessuto che all'epoca andava a vendere a boscaioli, cacciatori e minatori che vivevano nella zona. Anni dopo avrebbe utilizzato gli stessi materiali per dare vita ad una linea d'abbigliamento indossata dai soldati che combattevano la Guerra Civile e persino per una spedizione nell'Antartico nel 1936.

Per l'autunno/inverno 16 Woolrich è tornato alle origini. Grazie all talento della fotografa concettuale americana Jackie Nickerson, la campagna scattata tra i mulini della Pennsylvania riesce a raccontare due secoli di storia. Oggi i mulini sono stati trasformati in un museo di cui Nickerson è riuscita ad immortalarne i meccanismi più più complessi - dai grandi e spettrali telai ad enormi pile di lana grezza. Le modelle, vestite della nuova collezione autunno/inverno del brand, si sono letteralmente immerse nella storia di Woolrich.

La tradizione e la storia sono tra i temi principali dei lavori di Jackie Nickerson, che si divide tra l'Irlanda e il Sudafrica. I suoi scatti, però, non si limitano ad essere dei documenti statici di un'epoca che non esiste più, ma colgono il modo in cui il passato continua a vivere attraverso tessuti culturali e tradizioni profondamente radicate in alcune comunità. Il suo acclamato libro Farm è solo un esempio della sua sorprendente abilità. Tra le sue pagine Nickerson ha immortalato i lavoratori agricoli dell'Africa subsahariana mentre affrontano il futuro, celebrando il passato e le vite di chi li ha preceduti attraverso sentiti rituali.